17.9.11

Lontano dal mare

A volte mi duole una ferita che l'assenza del mare non fa che acuire: le colline danno pace,è vero, ma la mancanza d'un aprirsi all'orizzonte infinito porta ristagno e malinconia. Il pensiero gira, spesso a vuoto,e l'ardore si smorza pian piano in languore tellurico e stanco.
A volte mi duole una ferita, dicevo, e mi fa sentire come una vecchia barca tratta in secca, che amerebbe sentirsi mille e mille volte addosso i morsi d'una corrusca tempesta piuttosto che languire prigioniera d'un silenzio ignavo e deprimente tra fango e indolenza, mentre lontano i flutti s'accavallano come animosi cuccioli in lotta.
Quanto vorrei saper amare la quiete, ora che potrei goderne senza faticare troppo...

2 commenti:

Anna ha detto...

ho passato l'infanzia al mare.
Il mare è casa, il mare ha un carattere ha stati d'animo.
La mancanza del mare duole anche a me...ma una passeggiata ogni tanto? ;-)

Giuseppe De Maso Gentile ha detto...

Per fortuna, almeno per un po', abbiamo compensato ...